La reazione di orientamento é  una reazione globale dell’organismo. Il riflesso di orientamento si sviluppa in una complessa serie di reazioni fisiologiche che si realizzano come risposta automatica a uno stimolo ambientale nuovo e che aumentano la predisposizione dell’organismo a interagire con l’ambiente.
Si verifica una risposta specifica associata ad un aumento dei livelli attentivi; desincronizzazione EEG (α→β) e questo facilita l’elaborazione dell’input sensoriale (Lacey) .
Dagli studi sul riflesso di orientamento (RO) , sono nati nuovi approcci agli scompensi emotivi e dei processi cognitivi. Tra questi, ormai da tempo si conosce il Neurofeedback Classico.  descritto come Neurofeedback Lineare, si chiama EEG Biofeedback. Si parte dunque da un elettroencefalogramma e si comparano i risultati con quelli di un cervello modello. Da qui si deduce un certo numero di esercizi che la persona deve effettuare per sviluppare tale o tal altra gamma di onde. Numerosi sono gli apparecchi presenti sul mercato che funzionano con questo principio.
Al Neurofeedback Classico si è aggiunto Il Neurofeedback Dinamico non lineare, una nuova metodologia di intervento che permette, attraverso la misurazione dell’attivita’ elettrica cerebrale, di rilevare nel funzionamento del cervello eventuali incoerenze ed altri eccessi di variabilità dell’ attività corticale. Su queste disarmonie il Neurofeedback Dinamico incide proponendo lo stimolo idoneo al raggiungimento dell’equilibrio.
Infine per concludere con gli studi di Daniela Sacchi : in ogni caso, la Reazione di Orientamento, determinata dalla novità e dal disequilibrio, costringe a prendere atto dei nuovi dati di realtà, modificando la storia del soggetto e delle sue relazioni con l’ambiente.Il risultato di questa operazione, è sempre, il passaggio ad una fase maturativa diversa.

* Per saperne di piu' sul NEUROFEEDBACK DINAMICO NON LINEARE NEUROPTIMAL® 
vedi  www.neurofeedbackdinamico.it/

Dall’ ‘intervento di Stefano Marchi all’incontro del 17 maggio 2019 – Apprendisti Adulti – Il lascito culturale di Daniela Sacchi – MILANO – Circolo Filologico Milanese.  Con il patrocinio di AIAMC.

 

Asipse Ringrazia.